Alfieri a testa alta a Parma.

Il campo non sorride agli Alfieri, che nella trasferta parmense cedono ai padroni di casa Bobcats al termine di una partita combattuta fino all’ultimo minuto, con gli astigiani che fino alla fine hanno cercato di evitare la terza sconfitta di questa strana stagione e smuovere la casellina delle vittorie.

Sotto al termine del primo drive offensivo emiliano, i ragazzi di Coach Lupano regalano un primo sussulto ai supporter presenti sulla side con un ritorno di fumble di Andrea Cresta, annullato dalla crew arbitrale per un fallo a poche yards dall’endzone del team casalingo; frenato il loro accenno di rimonta, gli Alfieri provano, senza successo, a trovare le contromisure per fermare l’attacco avversario, che prima della fine del first quarter aumenta il vantaggio andando a segno su passaggio.

Sotto di due segnature, gli astigiani trovano finalmente le chiavi per scardinare la defense dei Bobcats e accorciano le distanze con una quarterback sneak di Andrea Mattiazzi, che riporta sotto la sua squadra prima di un nuovo allungo ospite, ancora su lancio, a pochi secondi dalla fine del quarto iniziale.

Nel secondo periodo ancora il QB numero 18 tiene i piemontesi in partita servendo a Simone Castagneri il pass del momentaneo 13-20, ma i parmensi riescono a riportarsi nuovamente avanti grazie ad un’incertezza della defense ospite, che dopo un timeout ritarda a posizionarsi e concede un facile touchdown su corsa al runningback avversario.

Sempre il numero 29 dei Bobcats concede il bis pochi minuti più tardi, quando ancora il reparto difensivo astigiano viene tratto in inganno da un pallone perso dall’attacco emiliano, ed invece di chiudere gli spazi, si fa infilare all’esterno da una lunga corsa del runner, che, di fatto, fissa il parziale sul 34 a 13, risultato con cui le due squadre vanno al riposo.

Dopo l’halftime la difesa degli Alfieri serra le fila e inizia a concedere pochissimo terreno alla offense parmense, che viene fermata per ben due volte dai ragazzi astigiani, abili a mettere a segno un intercetto con il rookie Massimiliano Gallo e recuperare un fumble con i giovani Federico Treccani e Alessandro Marino; un regalo che, purtroppo, i compagni dell’attacco non riescono a sfruttare fino in fondo, fermandosi ad una sola yard dal terzo touchdown di giornata.

Traguardo che raggiungono pochi minuti più tardi, all’inizio dell’ultimo quarto del match, con una corsa del runningback Davide Sitra, che chiude la trasferta parmense con 15 portate per 112 yards; l’ultima, strenua, resistenza della defense, che ferma i Bobcats ad un passo dalla propria endzone, consente agli Alfieri di tentare un ultimo, disperato, tentativo di rimonta finale, che viene fermato da un tempo che scorre inesorabilmente veloce per le residue, e flebili, speranze astigiane.

Dopo quasi tre ore di intenso football il tabellone certifica la vittoria, per 34 a 20, degli emiliani, ma il risultato non rende merito alla prova degli Alfieri, che nonostante la sconfitta hanno lottato uniti, con grinta e cuore, fino al triplice fischio finale, riscattando la pessima prestazione casalinga di sette giorni fa con i Guerrieri Ajaccio.

Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

No Replies to "Alfieri a testa alta a Parma."


    Got something to say?

    Some html is OK