Arciere, sguardo al futuro tra volti nuovi, recruiting e grandi speranze

Sono ormai passati più di 40 giorni dal 4 marzo, dall’ultimo 5 (Wo)men Bowl di Bologna, dove le Arciere, con le maglie dei loro compagni della Sr maschile, avevano confermato la loro costante crescita avvicinandosi sempre di più a quella tanto desiderata quanto storica 1° vittoria.

Il tabellone non ha dato mai ragione, i Bowl sono terminati, ma di certo non è finito il 2018 delle astigiane, che si stanno continuando ad allenare duramente sul campo di Lungotanaro, con qualche nuovo volto arrivato nelle ultime settimane e il ritorno di giocatrici ferme da parecchio tempo per infortunio.

Gli obiettivi e le motivazioni per continuare a lavorare e ad allenarsi non si sono di certo esauriti con la fine dei Bowl, anzi, a questi si è aggiunto un sogno, quello di riuscire a disputare il 1° Campionato CIFAF della loro storia quest’autunno. E magari di disputarlo anche con il proprio nome di Arciere Asti.

Per raggiungerlo la strada è ancora molto lunga e c’è la necessita di creare più “depth” a determinati ruoli della squadra.

Perché voler entrare a far parte delle Arciere? Semplice, tutti abbiamo dei sogni e delle sfide da vincere o dei limiti che pensiamo siano insuperabili o che comunque manchi sempre quel poco per poterli superare, quello stesso poco che però non riusciamo ancora a dare o a tirare fuori. Perché non farlo insieme come squadra? Il raggiungimento di un obiettivo collettivo è e può anche essere la somma di tanti piccoli obiettivi individuali che ciascuno di noi si pone, e che possono essere raggiunti anche grazie all’aiuto e all’incoraggiamento di compagne e di ragazze molto speciali unite sul campo, ma sempre disposte ad aiutare anche una volta uscite dal terreno di gioco.

Lo stesso discorso vale per i limiti di ognuno di noi, sono diversi come siamo diversi gli uni dagli altri; può capitare che non riuscendo a superarli ci si abbatta o si abbandonino le speranze, ma non c’è scritto da nessuna parte che non si possa provare a superarli insieme ad altre persone, persone che ci aiutano a rialzarci dopo una caduta e persone che per ogni sbaglio fatto sul campo ci incoraggiano e non lasciano che quello sbaglio ci demoralizzi o che ci definisca chi siamo, da uno sbaglio si può imparare cosi come un limite può essere superato, se non da soli sicuramente con le persone giuste accanto a noi.

Chissà magari vi potrà capitare di essere chiamate a giocare con le One Team a Milano e ritrovarvi a fianco di alcune delle giocatrici più forti d’Italia. Proprio come capiterà domenica 22 aprile a due delle Arciere, che sono state convocate per giocare un’amichevole internazionale contro le Alpine Thunders francesi.

Tentar non nuoce, quindi venite a provare, non ve ne pentirete!

Share on FacebookEmail this to someonePrint this page

No Replies to "Arciere, sguardo al futuro tra volti nuovi, recruiting e grandi speranze"


    Got something to say?

    Some html is OK